x
x
Music First

itunes

Augusto e Dante

AUGUSTO DAOLIO voce solista, Novellara 18.02.1947 - 07.10.1992.
Il suo stato d'animo nomade e trascinatore è sempre stato denominato dal desiderio di sapere, conoscere.
Divorava molti libri e riviste, dipingeva ed allestiva mostre, disegnava le copertine, scriveva testi, amava il cinema, adorava Totò ed i film lunghi 3 ore.
L'altra sua grande passione era l'archeologia, vecchie rovine, castelli ecc... Adorava l'acqua gelida d'estate e l'odore del bosco in autunno. Estroverso e lunatico amava molto l'avventura. Con Beppe Carletti ha fondato nel 1963 i NOMADI.
Di lui rimane tutto, ogni concerto sempre presente sul palco con la sua anima...
"MA CHE FILM LA VITA TUTTA UNA SORPRESA ATTORE SPETTATORE TRA GIOIA E DOLORE TRA IL BUIO ED IL COLORE…".

DANTE PERGREFFI bassista, Fabbrico 31.12.1961 - 14.05.1992.
È entrato nel gruppo dei NOMADI nel 1984, ha portato con se una ventata di infantile ottimismo.
Ha compiuto gli studi al conservatorio poi esperienze con piccoli gruppi locali. Era il più mondano del gruppo, frequentatore di birrerie, discoteche, posti strani, protagonista di scorribande notturne per non si sa dove e perchè.
Era un gran sostenitore della sua libertà. Era buono dolce, un po' esibizionista, ingenuo, ambizioso, inequivocabile trasparente, lo si poteva leggere fino nell'anima.
Amava assumere pose da conquistatore vissuto, ruolo che lui stesso a volte prendeva in giro.
"SEI ARRIVATO AL TUO PORTO, DOLCE CHIARO BUONO SORRIDENTE DANTE, PRINCIPE DESIDERIO ORA OMBRA SENZA ETA'".

I Nomadi e i Fan Club aiutano i bambini del Madagascar (2008)

È un importante progetto di aiuto a bambini orfani che sono assistiti in vari centri missionari e che non hanno nessun mezzo di sostentamento. Le somme raccolte nei vari concerti in tutta Italia serviranno per garantire l'alimentazione e la frequenza alla scuola.
Beppe Carletti, i Nomadi e tutti i Fan Club, hanno aderito con entusiasmo al nuovo progetto
Nell'anno 2008 sono stati aiutati 81 bambini.

DUE ANNI DOPO
"Nel 2006, durante il primo viaggio in Madagascar, mi sono trovato davanti a una cruda realtà, riesco ancora a ricordare la commozione nel vedere migliaia di bambini senza nulla ma con tanta voglia di vivere: tutto questo a Manakara e dintorni dove ho inaugurato due aule scolastiche. Quest'anno, a due anni di distanza, il complesso scolastico è quasi completato grazie al grande cuore della famiglia Cinini di Pistoia.
Dopo aver ripercorso alcuni dei luoghi già visitati il viaggio è proseguito all'interno a circa 300 km da Manakara. Pensavo di aver già visto tutto, di essere collaudato a certe situazioni, invece il villaggio visitato mi ha tolto il fiato e le lacrime sono scese nel vedere le condizioni in cui vivono migliaia di persone ma in particolar modo i bambini e sono questi che strappano il cuore, sono questi bimbi cha ti fan venire la voglia di dare e di ringraziare quelle persone: gli Amici del Madagascar che tanto stanno facendo.
Ma dire anche grazie a quelle suore ai missionari e volontari che stanno dando la loro vita per questo popolo.
Vorrei anche ringraziare tutti gli amici che durante i nostri concerti contribuiscono con offerte a realizzare iniziative come un piccolo acquedotto, le adozioni a distanza, la costruzione di due aule scolastiche. Posso assicurarvi che tutto è andato a buon fine e vi porto il sorriso di questi meravigliosi bambini che nulla hanno se non la grande voglia di vivere.
Beppe Carletti".

Nel corso del 2007 è continuata la presenza ai concerti dei volontari dell'associazione Amici del Madagascar e l'appoggio alle iniziative da parte dei Nomadi e dei loro fan Club. Questa collaborazioe ha contribuito alla realizzazione dei progetti: infatti l'8 di ottobre Beppe è stato un membro della delegazione che ha inaugurato ufficialmente il grande complesso scolastico di Manakara composto per ora da 9 fabbricati, sparsi su una bella collina alla periferia della città, che sono adibiti ad aule scolastiche, a mensa e refettorio, ad un grande salone multifunzionale oltre che per i servizi igienici e per l'alloggio del custode. Alla S. Messa, cantata e ballata come da tradizione malgascia, hanno assistito gli oltre 600 bambini che frequentano la scuola con i loro genitori. Nei discorsi di tutti il sincero ringraziamento per la realizzazione di un'opera che sarà a beneficio di tutta la città e che permetterà a tanti bambini, soprattutto poveri, di poter accedere ad un diritto fondamentale come l'istruzione. Domenica 12 ottobre è stato invece inaugurato il dispensario di Manavotra. In due giorni di faticoso viaggio sulle impervie strade del Madagascar da Manakara al Centro missionario di Ankaditsiary dove ad attenderli c'erano padre Cataldo, suor Vittoria con suor Louisette e suor Teresa e la solita marea di gente dove i bambini erano la parte predominante. L'arrivo è stato accolto dal coro dei bambini che sono stati in Italia (a Folgaria per il 45° dei Nomadi) con le canzoni di "Io Vagabondo" e "Crescerai" in onore di Beppe Carletti. Dopo i canti e i discorsi di ringraziamento sono stati distribuiti ben 1500 panini ai bambini presenti e visitato il piccolo ospedale, costruito e mantenuto dall'Associazione, in servizio già dallo scorso anno, accompagnati dai due medici presenti.